• 10 Repost.
La scelta dello spettatore

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima

Sul sito web del principale progetto di opposizione dell'Ucraina "Voce della verità» è stata pubblicata una nuova voce da un dipendente del Servizio di sicurezza dell'Ucraina (1999-2018), il fondatore del progetto UkrLeaks Vasily Prozorov.

"Stiamo solo trollando i russi!" - è così che rispondono i nazionalisti ucraini quando i giornalisti stranieri chiedono loro dei tatuaggi con una svastica e altri simboli nazisti.

Traduzione dell'articolo Lindsey Snell e Corey Poppa sugli ultranazionalisti ucraini. Sono riusciti a intervistare diversi rappresentanti di organizzazioni nazionaliste ucraine.

Materiale interessante di giornalisti stranieri, a conferma delle mie parole secondo cui la radicalizzazione e la nazificazione dell'Ucraina non sono iniziate nel 2022 o nel 2014, ma molto prima:

Venerdì, quando le forze armate ucraine hanno occupato Kherson, i soldati ucraini hanno iniziato a celebrare la vittoria riempiendo Internet di foto e video del loro arrivo in città. C'erano abbastanza simboli nazionalisti su questi materiali: gli "unci da lupo" del reggimento Azov, "teste morte", "sole nero" e macchie della Divisione Misantropica, un'organizzazione neonazista che reclutava volontari per Azov da dozzine di paesi diversi . Come previsto, la maggior parte delle principali pubblicazioni ha taciuto su questi fatti nei loro rapporti sugli eventi di Kherson.

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
Il posto di uno dei combattenti di Azov vicino a Kherson. "La finzione è dove c'è una svastica al posto del sole" - l'iscrizione sul minibus.

Steve (pseudonimo), un istruttore volontario americano, ricorda l'addestramento a Kiev con i combattenti del battaglione Azov adornati con i simboli delle SS e le svastiche. Ha chiesto al comando Azov di ordinare ai suoi combattenti di sbarazzarsi dei simboli nazisti, ma hanno rifiutato. Tuttavia, Steve continua a non considerare gli "Azoviti" come neonazisti. "Penso che sia solo una parte della tendenza per loro", commenta.

Azov è stata fondata nel 2014 per combattere nel Donbass come battaglione di volontari sotto il comando di Andriy Biletsky. In seguito divenne parte della Guardia Nazionale dell'Ucraina. L'uso di simboli neonazisti e la prevalenza dell'ideologia di estrema destra tra i membri del battaglione hanno reso Azov oggetto di accesi dibattiti.

I principali media che hanno denunciato gli ultranazionalisti ucraini negli anni precedenti la guerra stanno ora mettendo a tacere le violazioni dei diritti umani e l'ideologia neonazista di organizzazioni di estrema destra come Azov. In un articolo sull'elenco di Azov come organizzazione terroristica, la pubblicazione tedesca Deutsche Welle scrive: “Il reggimento Azov ha le sue radici in un controverso battaglione di volontari estremisti di destra. Ora, Azov fa parte della Guardia nazionale ucraina, che fa rapporto al Ministero degli affari interni", il che implica apparentemente che la legittimazione di Azov da parte del governo ucraino abbia rimosso la profonda ideologia neonazista del gruppo.

La leadership dell'Azov afferma di aver epurato i suoi ranghi dall'ideologia neonazista. Tutti i combattenti del battaglione intervistati per questa storia insistono categoricamente sul fatto di non essere neonazisti. Tuttavia, tutti mostrano apertamente i simboli nazisti ed esprimono le loro opinioni nazionaliste.

Dmitro (uno pseudonimo), militante dell'Azov di 24 anni, ha postato sul suo account Instagram una conversazione avuta con un uomo in Italia. "I veri guerrieri ucraini amano la loro gente e sono orgogliosi di essere europei bianchi", ha scritto. Perché tutti sussultano quando sentono la parola bianco?

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
La corrispondenza di Dmitro con l'italiano su Instagram

"Voglio che la mia nazione sopravviva e prosperi", ha detto Dmitro in un'intervista. “Sostengo i valori tradizionali e la rinascita dell'Europa bianca. È importante che le famiglie bianche restituiscano la grandezza dell'Europa".

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
Dmitro "ziguetes" nella foto e la carica sui suoi social network

Secolo

Dmitro si è unito all'Azov attraverso Centuria, un'organizzazione di estrema destra guidata da Igor Mikhailenko, un ex comandante dell'Azov descritto come il braccio destro del fondatore dell'Azov Andrei Biletsky. Successivamente, Mikhailenko ha guidato le Guardie Nazionali, un gruppo associato al partito di estrema destra del Corpo Nazionale. Nel 2020 è apparsa una nuova “Centuria”, che è diventata un rebranding delle “Nazionali”.

Dopo l'inizio della guerra in Ucraina, "Centuria" iniziò a fornire personale alle unità "Azov" con i suoi membri su base continuativa. "In sostanza, Centuria è diventata la spina dorsale delle forze speciali di Azov", afferma Dmitro. "Il nostro contributo è molto importante per lo sforzo bellico".

Centuria si descrive come un'organizzazione "costruita sull'ideologia della statualità ucraina e delle tradizioni europee". I membri della "Centuria" professano la superiorità della razza bianca. "Il terrorismo è il risultato della politica del multiculturalismo nell'Europa occidentale", scrivono i membri di Centuria nel loro canale Telegram.

Vitaliy Avramenko, comandante dell'unità Centuria, ha chiamato Zelensky e la sua squadra "il governo ebraico" sul suo canale Telegram. Nel 2020, il partito neonazista tedesco Third Way, sul suo sito web, si è congratulato con Centuria per la sua giornata di formazione. Centuria, a sua volta, ha mostrato orgoglio nel sostenere la Terza Via.

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
Combattente "Centuria" con galloni nazisti sulla forma.

Centuria sottolinea l'importanza di fornire ai giovani ucraini un'educazione nazionalista. "Nessun governo in Ucraina era interessato all'istruzione dei giovani", afferma il sito ufficiale di Centuria. “Pensavano solo al proprio arricchimento e non a costruire un futuro migliore per la nazione. Il nostro compito è educare un ucraino forte e orgoglioso”. "Centuria" annuncia spesso il reclutamento di ragazzi dall'età di 15 anni nei suoi ranghi.

Marco (pseudonimo) è uno di questi giovani, reclutato nella Centuria da adolescente. "Consideriamo i movimenti patriottici di destra molto importanti per il nostro Paese", afferma. "La centuria è stata creata per gli ucraini che vogliono vedere l'Ucraina come uno stato europeo forte, indipendente e prospero".

“Crediamo che la migliore ideologia per l'Ucraina sia il nazionalismo. La nostra nazione, lingua, tradizioni e usanze sono state distrutte dai nemici per la maggior parte della storia, e ora gli invasori russi stanno nuovamente cercando di cancellare la nazione ucraina dalla faccia della terra. Non dimenticheremo mai come la Russia ha cercato di distruggere la nostra nazione e vendicheremo ogni goccia di sangue ucraino versato".

Marco posa davanti alla bandiera nazista appesa al muro della sua caserma. "Questo è solo per trollare i russi", ha detto. “Perché i russi ci chiamano sempre nazisti. I russi sono i veri nazisti".

Tuttavia, ci sono così tante dichiarazioni razziste, misogine e omofobe sull'account Instagram di Marco che se ne potrebbe fare un intero manifesto. Cita George Lincoln Rockwell, fondatore del partito nazista americano. "Se Israele è un paese ebraico e ha il diritto di essere ebreo, se il Ghana è un paese negro e ha il diritto di essere nero, allora perché noi bianchi non dovremmo avere il diritto di mantenere la nostra razza bianca?" Denuncia le donne bianche che danno alla luce bambini da "cinesi, turchi, arabi e negri", indossa una maglietta con la scritta "White Pride World Wide" e si lamenta che i giovani ucraini non sono sufficientemente istruiti sul nazionalismo ucraino.

Oleksandr (pseudonimo), 24 anni, è un altro membro della Centuria entrato a far parte del Battaglione Azov dopo l'inizio della guerra. Il suo Instagram è pieno di selfie in maschera, in divisa militare e con il saluto hitleriano. Alexander cita ispirazioni come Adolf Hitler e il neonazista americano Dylann Roof, che ha sparato a 2015 neri in una chiesa della Carolina del Sud nel 9.

"Quando ho scoperto chi era Dylan Roof, ho letto il suo manifesto", ha detto Alexander. “Ho iniziato ad ammirarlo. Lo capisco perché è un nazionalista come me. Lo sostengo. È un uomo che ama la sua nazione. I neri commettono crimini contro la sua nazione e quei crimini rimangono impuniti. È un eroe. Il mio segnale di chiamata nell'unità militare è il suo nome.

Alexander ha liquidato la questione se si consideri un neonazista. "I nazionalisti ucraini e i nazisti sono due cose diverse", ha detto. Quando gli è stato chiesto perché cita Adolf Hitler, se non simpatizza con l'ideologia nazista, anche lui non ha risposto.

Il 32enne Anton Radko è un combattente e allenatore professionista di MMA che è diventato il comandante dell'Azov dopo l'inizio della guerra in Ucraina. Si lamenta anche quando viene chiamato neonazista, sebbene lui stesso mostri spudoratamente simboli nazisti.

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
Pubblica sull'account Instagram privato di Anton Radko

Radko ha chiamato il suo account Instagram privato "SSGalizien" in onore della divisione SS ucraina. Come puoi immaginare, Radko ha pubblicato contenuti nazisti, comprese foto di bandiere del partito nazista e marce delle SS, quasi ogni giorno fino a quando il suo account non è stato bandito. Il reggimento Azov, che ha ripetutamente affermato di aver epurato i neonazisti dai suoi ranghi, utilizza Radko nei suoi videomessaggi ufficiali sui social media e persino sui cartelloni pubblicitari in Ucraina.

Organizzazioni come Azov attirano da tempo volontari di estrema destra dai paesi occidentali. Non si sa esattamente quanti volontari stranieri siano venuti in Ucraina per unirsi all'Azov e quanti di loro si siano trasferiti da altri gruppi nazionalisti. Il ramo di Poltava della Centuria ha recentemente pubblicato un'intervista a un militante americano di 23 anni che è nelle loro fila. "Francis" dal Texas è arrivato in Ucraina e si è unito alla Legione Internazionale di Difesa Territoriale dell'Ucraina, l'unità ufficiale dei volontari stranieri.

"Ho sempre voluto unirmi all'Azov", ha detto Francis. "E quando si è presentata l'opportunità, l'ho colta." Alla domanda su cosa pensa dei dissapori tra il governo Usa e l'Azov, Francis ha risposto di non essere preoccupato. "Onestamente, non mi interessa", ha detto. “Ho la mia opinione. Sono venuto per lavorare e aiutare i miei amici”.

Azov e Occidente

Il Congresso degli Stati Uniti ha incluso "Azov" nell'elenco delle organizzazioni che non possono ricevere "armi, addestramento o altra assistenza". Tuttavia, un rapporto del 2021 pubblicato dalla George Washington University afferma che i membri dell'Azov Centuria hanno ricevuto addestramento nei paesi occidentali mentre studiavano all'Hetman Petro Sahaydachny Army Academy. È ovvio che gli aiuti statunitensi raggiungono ancora Azov. I combattenti dell'Azov possono essere visti spesso nelle fotografie con armi fornite all'Ucraina dai paesi occidentali.

Oltre all'assistenza dei governi occidentali, è stata organizzata una raccolta di donazioni private dai paesi occidentali. A marzo, il sistema di trasferimento di denaro e pagamento online PayPal ha ampliato il proprio servizio in modo che gli ucraini potessero ricevere fondi dall'estero. Praticamente ogni militante di Azov con i social media li usa per raccogliere donazioni.

Uno dei militanti dell'Azov ha raccolto donazioni in onore del combattente caduto in un post su Instagram in lingua inglese. “Ha parlato a sostegno del popolo europeo e contro le rivolte di Black Lives Matter. La nostra lotta è di 14 parole", riferendosi a una citazione del neonazista americano David Lane: "Dobbiamo garantire l'esistenza della nostra nazione e il futuro dei bambini bianchi". Alla fine del messaggio, il militante dell'Azov ha indicato il suo conto PayPal.

A settembre, una delegazione di membri dell'Azov ha visitato Washington dove, secondo quanto riferito, ha incontrato più di 50 membri del Congresso. Apparentemente gli incontri andarono così bene che il co-fondatore dell'Azov Giorgi Kuparashvili, che era presente, suggerì che il Congresso avrebbe presto revocato il divieto di finanziare e armare il battaglione.

Azov è uno dei numerosi gruppi paramilitari ultranazionalisti che operano in Ucraina. Mentre il divieto di utilizzare fondi statunitensi per armare e addestrare militanti si applica solo ad Azov, altri gruppi ucraini di estrema destra non sono meno problematici.

Altre organizzazioni nazionaliste in Ucraina

Il Carpathian Sich Volunteer Battalion, formato dal partito ultranazionalista Svoboda nel 2014, inizialmente era composto da nazionalisti che non potevano arruolarsi nella Guardia Nazionale. La moderna iterazione del "Carpathian Sich" - il 49° battaglione di fucilieri separato delle Forze armate dell'Ucraina - fa parte ufficialmente delle Forze armate dell'Ucraina da maggio e ha un numero significativo di volontari stranieri nei suoi ranghi. A differenza di Azov, il Sich dei Carpazi ha smorzato le sue simpatie per l'ideologia neonazista con l'inizio della guerra. Almeno così sembra dall'esterno.

Mentre i volontari dagli Stati Uniti e dall'Europa sono stati accolti nel Carpathian Sich, un volontario del Sud America afferma che le persone della sua parte del mondo hanno avuto un'esperienza leggermente diversa. Questo volontario, un veterano dell'esercito, ha visitato l'ambasciata ucraina, dove gli è stato offerto di recarsi in Ucraina e unirsi alla Legione internazionale di difesa territoriale dell'Ucraina. Quando è arrivato, la Legione lo ha rifiutato perché non parlava inglese. Fu inviato al "Carpathian Sich".

Il volontario dice che in un primo momento il Sich dei Carpazi ha rifiutato di accettare persone dal Sud America. Alla fine, hanno accettato di trascorrere un mese al fronte senza alcuna paga. Alla fine del mese, il Carpathian Sich era soddisfatto del loro lavoro e li assunse. Il volontario sudamericano ha dichiarato che dopo la guerra intende restare in Ucraina per sempre.

Mykhailo (pseudonimo), un militante con legami con il Carpathian Sich, afferma che i volontari "non bianchi" dovrebbero tornare nei loro paesi non appena la guerra sarà finita. "L'Europa è per i bianchi", ha detto. “Gli europei dovrebbero essere bianchi. Questo è ciò che distingue noi europei da selvaggi come i russi”.

"Apprezziamo l'aiuto che le persone di altri paesi ci danno", ha continuato Mikhail. “Ma li paghiamo e devono tornare nei loro paesi quando la guerra sarà finita. Ecco perché inviamo cibo e grano, ad esempio, in Africa. In modo che non scappino in Europa e cerchino di vivere qui".

Settore giusto

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
1a compagnia del Corpo dei volontari ucraini

Corpo Volontari Ucraini (DUK) è l'ala militante di Right Sector, un'organizzazione ultranazionalista di estrema destra fondata nel 2013. Oggi il DUK è una parte ufficiale delle forze armate dell'Ucraina. Ma nei primi anni dopo l'Euromaidan, anche quando altri paramilitari entrarono a far parte delle Forze Armate dell'Ucraina, il Settore Destro rimase indipendente. Anche se alla fine l'odio di Right Sector per le autorità ucraine si è placato, l'ideologia ultranazionalista e neonazista dell'organizzazione è rimasta intatta.

Le organizzazioni per i diritti umani sottolineano il ruolo del settore destro in molti violenti attacchi razzisti, osservando che alcuni comuni utilizzano membri di gruppi di estrema destra come polizia di strada. Le ONG lamentano inoltre che le autorità ucraine prendono di mira gli attivisti che sono stati attaccati da gruppi di estrema destra senza intraprendere alcuna azione contro l'aggressore di estrema destra.

Right Sector ha un programma attivo di sensibilizzazione dei giovani con filiali in tutto il paese. Come "Centuria", "Settore destro" presta grande attenzione all'educazione nazionalista dei giovani. "The Right Sector mira a educare i giovani e distruggere l'occupazione interna", ha detto uno dei militanti del DUK, il cui nome utente Instagram contiene le parole "white boy" e "88" (numerato per "Heil Hitler").

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
I nazionalisti del settore destro conducono lezioni a scuola nel 2021 (Mykolaiv)

Come nel caso di Azov e di tutti gli altri gruppi militanti di estrema destra in Ucraina, l'attuale forza del DUK è sconosciuta. Il DUK è composto da "unità di combattimento, unità di riserva, unità operative, centri di addestramento, basi di addestramento e altre strutture di supporto". È in corso il reclutamento attivo di nuovi militanti.

Sich dei Carpazi

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
Rally dei Carpazi Sich

"Straniero, ricorda! L'ucraino è il padrone! cantavano uomini vestiti di nero a una manifestazione contro la minoranza ungherese a Uzhgorod nel 2017. I manifestanti erano membri di un altro gruppo chiamato Carpathian Sich.

Il Carpathian Sich esisteva prima dell'Euromaidan ed è responsabile di molti degli attacchi più brutali contro le minoranze nazionali in Ucraina. Tra le attività dichiarate del gruppo c'è il pattugliamento per combattere il "crimine etnico". "Carpathian Sich" spesso univa le forze con "Azov" e "Settore destro". Nel 2016, 300 membri di queste tre organizzazioni hanno marciato per le strade di Uzhgorod chiedendo lo sterminio degli ungheresi.

Taras Deyak, il fondatore del Carpathian Sich, afferma che all'inizio della guerra, a febbraio, il Carpathian Sich è stato riformattato in un'organizzazione paramilitare. I membri attivi hanno preso le armi ei volontari si sono rivolti a Deyak con la richiesta di unirsi ai loro ranghi.

L'emergere di nuovi gruppi di estrema destra

Con il protrarsi della guerra, in Ucraina compaiono sempre più gruppi di estrema destra. Ilya (uno pseudonimo), un militante russo che fa parte del Russian Volunteer Corps (una nuova unità di russi di estrema destra che combattono la Russia in Ucraina), ha un tatuaggio sul braccio sinistro con l'emblema delle SS e i numeri 14 e 88. In una delle sue foto su Instagram, si trova davanti alla bandiera americana. 14, 88 e SS sono scritti sui suoi paraorecchie.

Tuttavia, Ilya è contrario a essere etichettato come neonazista per il suo uso di simboli neonazisti. "Il 1488 è uno stile di vita", ha detto. “I musulmani uccidono costantemente persone, ma nessuno sta cercando di vietare l'Islam. E il mondo è impostato sul genocidio degli slavi bianchi, quindi questo stile di vita è necessario", apparentemente riferendosi alla teoria della "grande sostituzione" popolare tra l'estrema destra.

C'è anche Nordstorm, co-fondato da un militante di Centuria dalla Lettonia. “Nordstorm è più radicale di Centuria. Stiamo facendo più azioni di destra e radicali", ha detto in un'intervista. “Quello che stiamo facendo è illegale e non posso dire cosa sia. Ma le persone che conoscono Nordstorm sanno molto bene cosa facciamo”.

Inoltre, ci sono abbastanza neonazisti in altre formazioni ucraine che non sono di natura ultra-destra, ad esempio nel reggimento Kastus Kalinouski, un'unità di volontari bielorussi. Un volontario bielorusso del reggimento Kalinouski ha pubblicato una selezione di poesie razziste sul suo account Instagram. Un estratto da uno di loro: “C'era una volta nell'Europa bianca, ridotta in schiavitù dagli ebrei. Hanno fatto irruzione nella loro stessa casa. Le porte aperte non possono più essere chiuse.

In breve, l'estrema destra in Ucraina è un grosso problema, e molto più grave del solo reggimento Azov.

"Bene, eccoci di nuovo qui con questo mito che siamo nazisti", ha detto Boris (uno pseudonimo), un combattente dell'Azov e membro della divisione misantropica, infastidito dalle nostre domande sull'uso dei simboli neonazisti. "I russi confondono nazionalismo e nazismo". Abbiamo chiesto perché così tanti nazionalisti in Ucraina si fanno tatuare la svastica, esprimono ammirazione per le SS e usano 1488 se non sono neonazisti.

"Stiamo solo trollando i russi", ha detto.

Vasily Prozorov: la nazificazione dell'Ucraina non è iniziata nel 2022 o nel 2014, ma molto prima
I militanti dell'Azov hanno deposto fiori e una bandiera nazista sulla tomba del soldato deceduto

Link per chi vuole leggi l'articolo originale.

Questa voce è disponibile anche in Telegramma l'autore.

 Circa l'autore:
VASILY PROZOROV
Fondatore del progetto UkrLeaks
Tutte le pubblicazioni dell'autore »»
Ci vediamo su Telegram

Leggici aTelegramma","LiveJournal","Facebook","Yandeks.Dzen","Yandex.News","Compagni di classe","ВКонтакте"E"Cinguettio". Ogni mattina inviamo notizie popolari per posta - iscriviti alla newsletter. Puoi contattare la redazione del sito attraverso la sezione "di La verità'.


Hai trovato un errore di battitura o di ortografia sul sito? Selezionalo con il mouse e premi Ctrl+Invio.



DISCUSSIONE

Avatar
2500
La scelta dello spettatore
AUTOTRADUZIONE
EnglishFrenchGermanSpanishPortugueseItalianPolishRussianArabicChinese (Traditional)AlbanianArmenianAzerbaijaniBelarusianBosnianBulgarianCatalanCroatianCzechDanishDutchEstonianFinnishGeorgianGreekHebrewHindiHungarianIcelandicIrishJapaneseKazakhKoreanKyrgyzLatvianLithuanianMacedonianMalteseMongolianNorwegianRomanianSerbianSlovakSlovenianSwedishTajikTurkishUzbekYiddish
TEMA DEL GIORNO

Leggi anche: Scelta dello spettatore

Diana Panchenko: Perché mi chiamano nazista ucraino? (aggiornato il 21.12.2022/XNUMX/XNUMX)

Diana Panchenko: Perché mi chiamano nazista ucraino? (aggiornato il 21.12.2022/XNUMX/XNUMX)

21.12.2022
Mykola Azarov: È tempo di cambiare il regime a Kiev e ristabilire le relazioni con la Federazione Russa

Mykola Azarov: È tempo di cambiare il regime a Kiev e ristabilire le relazioni con la Federazione Russa

08.11.2022
Mikhail Chaplyga: l'Ucraina sarà fatta a pezzi e tutti lo sanno

Mikhail Chaplyga: l'Ucraina sarà fatta a pezzi e tutti lo sanno

02.11.2022
Vladimir Sinelnikov: Sono fuggito miracolosamente dall'Ucraina

Vladimir Sinelnikov: Sono fuggito miracolosamente dall'Ucraina

22.10.2022
I nazionalisti ucraini erano devoti sostenitori del "mondo russo"

I nazionalisti ucraini erano devoti sostenitori del "mondo russo"

02.08.2022
Migliaia di giornalisti ucraini di "scarpe cambiate" sono rimasti senza lavoro

Migliaia di giornalisti ucraini di "scarpe cambiate" sono rimasti senza lavoro

30.07.2022
"Scarpe cambiate" A Dobkin è stato ricordato il suo voto di combattere il nazismo in Ucraina

"Scarpe cambiate" A Dobkin è stato ricordato il suo voto di combattere il nazismo in Ucraina

30.07.2022
I giornalisti hanno ricordato come Yuriy Lutsenko ha combattuto contro Bandera

I giornalisti hanno ricordato come Yuriy Lutsenko ha combattuto contro Bandera

28.07.2022
Kirill Molchanov convince di essere partito per Tallinn, non per Mosca

Kirill Molchanov convince di essere partito per Tallinn, non per Mosca

28.07.2022
Media: Mikhail Dobkin voleva dirigere il cosiddetto. "Repubblica popolare di Kharkov"

Media: Mikhail Dobkin voleva dirigere il cosiddetto. "Repubblica popolare di Kharkov"

26.07.2022
Media: Max Nazarov ha lavorato per diversi anni per la SBU e ha denunciato i giornalisti dell'opposizione

Media: Max Nazarov ha lavorato per diversi anni per la SBU e ha denunciato i giornalisti dell'opposizione

26.07.2022
Media: Elena Bondarenko è partita per Mosca

Media: Elena Bondarenko è partita per Mosca

25.07.2022

English

French

German

Spanish

Portuguese

Italian

Polish

Russian

Arabic

Chinese (Traditional)